Le mani dell'anima

CONCORSO SCENARI CAMPANI

In programmazione

Trama

1985 Lacco Ameno Mimì, un giovane padre di 24 anni, non riesce a fare a meno di raccontare a suo figlio Andrea la vera storia di suo padre “Driuccio” scomparso prematuramente durante una notte di pesca dieci anni prima. Lo descrive come un gran lavoratore ma con il dannato vizio di bere , per il quale tutto i sacrifici fatti sono serviti a poco . Sarà proprio suo figlio a dimostrare che suo nonno nonostante ciò che si dicesse di lui, è stato un uomo carico di valori e di rinunce grazie alle quali Mimì cambierà il suo destino è quello dei suoi cari.

  • Giorno proiezione

    29 Giugno 2020
  • Sezione

    CONCORSO SCENARI CAMPANI
  • Categoria

    Cortometraggio del reale
  • Paese

  • Lingua

  • Durata

    16min.
  • Regia

    Michele Schiano
  • Altre info

    Cast: Elvis Esposito, Filippo Vela, Domenico Schiano, Veronica Castaldo, Maria Pilato Scendiletto e Davide D’Abundo - Fotografia: Dario De Simone - Montaggio: Michele Schiano - Musiche: Michele Schiano, Mauro Spenillo e Elvis Esposito - Sceneggiatura: Michele Schiano - Suono: Battista Di Meglio - Produzione: Michele Schiano e Elvis Esposito
  • Locations

    Ischia - Italia

Guarda il film


Director's Bio

Michele Schiano è un giovane regista Ischitano. Già da bambino con la sua prima macchina da presa realizzava video documentari . Si forma nel 2017 grazie al master di cinema e televisione di Nicola Giuliano al Suor Orsola Benincasa. Il regista si fa notare con un cortometraggio di 3 minuti al titolo “Posso dire una cosa?”,che denuncia la società distratta dall’avvento degli smartphone e l’esigenza di un bambino di raccontare attraverso una diretta web la violenza subita nelle ore di catechismo . Seguono altri lavori come Angeli e demoni, Esterina, Le mani dell’Anima , Chiamatemi Ninì. Ha già in cantiere un lungometraggio riguardante la sua terra.

18ª Edizione - 2020

Iscriviti alla nostra newsletter

Ischia Film Festival